Veronica Paccagnella è stata la stella azzurra ai Giochi Mondiali Special Olympics

Veronica Paccagnella ha vinto 4 medaglie nella ginnastica ai Giochi Mondiali di Special Olympics, che si sono chiusi giovedì 21 marzo ad Abu Dabi. Ha conquistato l’argento nel volteggio e il bronzo nell’all around, nella trave e nel corpo libero.

Come scrive il Corriere della Sera, citando l’ inno alla vita di Veronica, Paccagnella “sa far diventare i sogni realtà”.
Nata ad Albisegnago, non lontano da Padova, Veronica ha 17 anni. Ha fatto sport fin dall’infanzia. Prima della ginnastica, che ha scoperto quasi per caso nella palestra Blukippe della sua cittadina, aveva provato il nuoto e l’atletica.

“Da piccola dicevo di essere ammalata di Sindrome di Down” ha raccontato Veronica Paccagnella al Corriere della Sera “Poi mia mamma mi ha spiegato che non è una malatti ma una condizione genetica. Crescendo ho capito che faccio un po’ più fatica degli altri. Ma posso comunque raggiungere grandi risultati. Lo sport è stato di grande aiuto”.

Veronica ama la matematica e frequenta l’Istituto Alberghiero di Abano Terme.
La vita l’ha messa di fronte a prove durissime. Le è stata diagnosticata una leucemia mieloide acuta quando aveva 2 anni e mezzo. L’ha superata dopo mesi di chemio. Ricorda: “Ho perso tutti i capelli”.
Nel 2010 ha perso il padre, colpito da un tumore al pancreas.

Intervista a Veronica Paccagnella prima dei Giochi

Ai Giochi Mondiali di Special Olympics hanno partecipato 115 atleti italiani.
Special Olympics, come si legge sul sito ufficiale, è un “movimento globale che sta creando un nuovo mondo fatto di inclusione e rispetto, dove ogni singola persona viene accettata e accolta, indipendentemente dalla sua capacità o disabilità”.
Si legge ancora: “Stiamo contribuendo a rendere il mondo un posto migliore, più sano e più gioioso – un atleta, un volontario, un membro della famiglia alla volta”.
Il giuramento dell’Atleta Special Olympics è: Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze.

I programmi di Special Olympics sono adottati in più di 174 Paesi. Si calcola che nel mondo ci siano 5.169.489 atleti, 627.452 famiglie e 1.114.697 volontari che ogni anno collaborano alla riuscita di 103.540 grandi eventi nel mondo.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.