Trump fa saltare l'accordo sui giocatori di baseball tra USA e Cuba

Se l’Amministrazione Obama aveva detto di considerare che la Federazione Baseball a Cuba “non è espressione” della politica del Governo, l’Amministrazione Trump ha detto esattamente il contrario.

Trump cancella l'accordo di MLB sui giocatori cubani
Quella tra le Presidenze Obama e Trump è una contrapposizione ideologica

Il Dipartimento del Tesoro, per la precisione l’Office of Foreign Assets Control (OFAC), ha scritto alla Major League Baseball (MLB). La lettera afferma, senza mezzi termini, che un pagamento fatto alla Federazione di Cuba è “un pagamento fatto al Governo di Cuba”. La firma è quella di Nikole Thomas, Acting Assistant Director del Licensing.
Salta così l’accordo, che sarebbe stato storico, raggiunto da MLB e Federazione Cubana a dicembre. In base al protocollo i giocatori cubani sarebbero stati liberi di firmare un contratto con le organizzazioni americane.

La posizione dell’Amministrazione Trump è stata ulteriormente chiarita da una portavoce del Dipartimento di Stato: “Continueremo le azioni a supporto dei diritti umani a Cuba. Vogliamo limitare la capacità del regime cubano di ottenere benefici dalle aziende degli USA e a spese dei cittadini cubani”.

Una lettera del Commissioner MLB Rob Manfred al Governo Trump ha sottolineato che la decisione va proprio contro i diritti umani. Diversi giocatori cubani si sono messi nelle mani dei trafficanti di esseri umani, pur di avere l’opportunità di giocare negli USA.
Manfred ha anche citato una precedente lettera dell’OFAC, che nel 2016 confermava la validità dell’accordo. Manfred ha invitato l’Amministrazione Trump a rivedere la decisione.

Il Governo Trump e la libertà

Per tutta risposta Garret Marquis, portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale degli USA, ha dichiarato al Wall Street Journal che: “L’Amministrazione non vede l’ora di mettersi al lavoro con MLB per identificare il modo per permettere ai giocatori cubani di beneficiare del loro talento come liberi individui e non come proprietà dello Stato di Cuba”.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.