Susanna Dinnage

La Premier League inglese è il più ricco campionato di calcio del mondo. Quando sostituisce il suo dirigente più alto, fa decisamente notizia. Ancora di più, nel caso specifico, perchè Richard Scudamore, che era in carica dal 1999, è l’uomo che ha reso ricca la Premier League. L’interesse poi si amplifica ulteriormente perché la scelta della Lega è caduta su Susanna Dinnage. Per la prima volta, la Premier League ha affidato la guida a una donna.

Nata nel 1967, Susanna Dinnage è una dirigente televisiva. Ha iniziato la sua carriera a MTV Networks. Ha lavorato a Channel 5, network televisivo in chiaro lanciato nel 1997, e poi nel 2009 si è trasferita al gruppo Discovery. Divenuta responsabile per Regno Unito e Irlanda, da un anno è Presidente mondiale di Animal Planet.

Dinnage entrerà in carica con il nuovo anno.
Il processo che ha portato a sceglierla è stato complesso. La Premier League ha nominato un comitato di 5 persone, presieduto da Bruce Buck, il Presidente del Chelsea. Buck ha presentato la candidatura di Dinnage ai 20 club in una riunione svoltasi qualche giorno fa. Si trattava della scelta finale dopo che la rosa dei candidati era stata ridotta a una shortlist di 5 nomi.
Stando a quanto rifertito dal Financial Times, i club hanno approvato la candidata all’unanimità.

Pare che la Premier League abbia visto in Dinnage, oltre che le qualità di ottimo dirigente che l’avevano portata anche a essere presa in considerazione per guidare Channel 4, altra rete televisiva nazionale privata del Regno Unito, il personaggio ideale per avere le migliori relazioni possibili con le istituzioni. Non a caso, la manager è stata l’unica dirigente delle aziende di intrattenimento e spettacolo a essere coinvolta nei piani che porteranno alla Brexit.

Le prime dichiarazioni ufficiali di Susanna Dinnage parlano del “grande privilegio” che essere stata scelta comporta.

Quanto a Scudamore, oltre al non infimo stipendio da 2.5 milioni di sterline, incasserà una liquidazione da 5 milioni. La Premier League ha chiesto a ciascun club di contribuire per una quota da 250.000 sterline. E se sulla nomina di Dinnage l’approvazione è stata unanime, si dice invece che quest’ultima decisione qualche mal di pancia lo abbia provocato.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.