Sow Ousmane

La Guinea è uno stato sulla costa atlantica dell’Africa. Confina con Sierra Leone, Liberia, Costa d’Avorio, Mali, Senegal e Guinea Bissau. L’ex colonia francese è indipendente dall’ottobre del 1958. Dopo decenni di turbolenze, oggi la Guinea è in una pesante crisi economica e sull’orlo di una guerra civile. Per questo, ancora minorenne, Sow Ousmane ha lasciato a inizio 2017 famiglia e amici ed è partito per l’Italia.

Sow ha ottenuto lo status di rifugiato come minore non accompagnato a Firenze. Ha seguito corsi di Italiano e sull’uso di internet nell’ambito del programma Darwin: noi, nuovi cittadini. Si tratta di una iniziativa di UISP (Unione Italiana Sport Per Tutti), Comune di Firenze, cooperativa ConVoi, Anelli Mancanti onlus, Associazione Nosotras e Associazione Ancescao.

Oggi Sow Ousmane ha 19 anni. Ha superato l’esame di terza media e ha iniziato a praticare l’atletica leggera con la società Le Panche Castelquarto. Si tratta già di una passione, ma potrebbe diventare qualcosa di più.

Con lo sport Ousmane ha anche trovato un lavoro. Si occupa infatti per 6 ore al giorno della manutenzione dei campi sportivi della struttura UISP La Trave in zona Cascine. Nei mesi più caldi dell’estate si dedicherà invece alla piscina delle Pavoniere, sempre in zona Cascine.

“Il percorso di Sow Ousmane è stato un’esperienza eccezionale” ha detto a Repubblica il Presidente del Comitato di Firenze dell’UISP Marco Ceccantini. “Dimostra che attraverso lo sport, l’aggregazione, la solidarietà e la socialità si possono fare grandi cose”.

La storia di Sow Ousmane è stata al centro dei vari esempi di successo esposti durante la Giornata Mondiale del Rifigiato dall’UNHCR, Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.