nuoto controcorrente

Il medico consiglia il nuoto per rimettersi in forma. Ma andare in piscina è un problema. Oggi una soluzione c’è: dotarsi di una piscina per il nuoto controcorrente. La possono usare tutti: dal principiante, allo sportivo e fino al nuotatore agonista.

Il vantaggio di una vasca per il nuoto controcorrente è che occupa uno spazio relativo.: tra i 4 e i 5 metri di lunghezza e 2 metri e mezzo di larghezza. Inoltre richiede una manutenzione minima e può essere utilizzata tutto l’anno, visto che la termperatura dell’acqua è regolabile.

Jacuzzi ha presentato durante la tappa di Cortina della Coppa del Mondo di sci la piscina swim spa per il nuoto controcorrente. A testarla è stato chiamato un testimonial d’eccezione: Marco Orsi, un nuotatore (classe 1990) che ha vinto medaglie europee e mondiali nel nuoto (stile libero, dorso e delfino) in vasca corta.

Orsi, che vedete in azione nella foto di Gio Auletta per Pentaphoto che vedete in copertina, si è detto entusiasta della vasca: “Consente di replicare a casa in tutta comodità lo stesso tipo di allenamento che si potrebbe fare in una piscina da 50 metri”.

Una vasca swim spa è dotata di un guscio sagomato per neutralizzare l’onda di ritorno e ridurre al minimo ogni turbolenza. L’intensità del flusso d’acqua è regolabile da 0 a 18 chilometri orari. Si adatta dunque alle esigenze del nuotatore.

Fabio Felisi, Presidente e General Manager EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) ed Asia di Jacuzzi, ha confermato la vocazione del brand a servire sempre più gli sportivi: “Sempre più praticanti scelgono le nostre soluzioni per migliorare le loro performance e il benessere, sempre più al centro della nostra offerta”.

Jacuzzi, naturalmente, non rinuncia alla sua natura. La vasca swim spa può essere utilizzata anche per un idromassaggio tradizionale. In questa funzione può ospitare fino a 4 persone.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.