Row for the Ocean

Row for the Ocean, un team britannico, è diventato il primo equipaggio esclusivamente femminile a completare l’edizione 2018-2019 della Talisker Wisky Atlantic Challenge. La traversata, 3.000 miglia sull’Atlantico dalle isole Canarie ad Antigua, è ritenuta la più dura del mondo. E lo scopo per cui è nato il team rende il tutto più nobile: raccogliere fondi per Surfers Against Sewage, un’associazione che si batte contro l’inquinamento dei mari dovuto alla plastica.

Sono significative le parole della skipper di Row for The Ocean Rosalind: ““Per dirla in maniera semplice, abbiamo attraversato l’Oceano per salvarlo. Durante il viaggio non avevamo molte distrazioni. Verificare quanta plastica ci fosse è stato semplice e triste allo stesso tempo. Si notava quasi più quella, rispetto alla vita marina. Tuttavia questo è l’esatto motivo per cui ci siamo iscritte alla gara, per fare sapere quanto i nostri mari siano danneggiati da un inquinamento inutile e come sia possibile cambiare la situazione tutti insieme, un piccolo passo alla volta”.

Tutte le componenti dell’equipaggio provano grande rispetto per il mare. Lo dimostra il loro vissuto quotidiano. Laura lavora per un’azienda che costruisce imbarcazioni per questo tipo di traversate. Kate è consulente scientifica presso il Metropolitan Office. Ros e Kirsty sono cresciute in riva al mare. Kate, Ros e Kirsty sono membre di un circolo di cannottaggio di Exeter (Capitale della Contea inglese del Devon) e sono direttamente impegnate in una campagna per rendere la città la prima al mondo libera dalla plastica entro il 2020.

Durante la Talisker Whisky Atlantic Challenge ogni partecipante brucia circa 8.000 calorie al giorno e perde all’incirca il 20% del peso corporeo durante una traversata che dura dai 35 ai 90 giorni.

Lisa Everingham, Global Marketing Manager di Talisker, ha espresso felicità per l’impresa di Row for the Ocean: “Ammiriamo la loro determinazione. Questa gara è davvero unica. I partecipanti devono spogliarsi delle vesti della vita frenetica di tutti i giorni per riabbracciare la natura. Riscoprendo quel che più conta, le persone cambiano sul serio”.

Articolo correlato

La regata più dura al mondo

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.