Quello per cui non si deve provare a vincere a tutti i costi è un gran bel principio dello sport. Ma deve essere sfuggito a Sabino Rinaldi, podista amatoriale tesserato per Asopico Running di Bari.

Il 22 aprile Sabino (59 anni) ha completato la maratona di Londra in 3 ore e 19 minuti. Non è un tempo straordinario in assoluto (il record mondiale è di 2 ore e 2 minuti…) ma è certamente una prestazione di livello per un amatore della sua età. E soprattutto, stando al profilo FIDAL del nostro, è molto meglio della sua precedente (2010) prestazione a Londra (3 ore 29 minuti e 53 secondi)

Quello che davvero appare straordinario è che Rinaldi ha corso 20 chilometri in 2 ore e un quarto, mentre per correre i successivi 20 chilometri ha impiegato un’ora e 4 minuti. Meglio del Campione Olimpico Mo Farah, britannico di origine somala.

Sabino Rinaldi

Con un articolo pubblicato il 6 maggio, il Times di Londra ha accusato Sabino Rinaldi e altri atleti di aver preso “una scorciatoia per il successo”. La prestazione di livello internazionale sui 20 chilometri si spiegherebbe semplicemente con il fatto che Rinaldi e Soci ne hanno bellamente saltati 16.

Il Times ha subito intervistato Sabino, che in un primo momento ha dichiarato di non essersi accorto di quel che era successo. Una volta incalzato, si è giustificato dicendo che era a Londra solo per divertimento.

Non basterà: il regolamento della maratona di Londra è ferreo e il podista italiano verrà quasi certamente squalificato.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.