Il CIO (Comitato Internazionale Olimpico) ha approvato importanti modifiche al programma delle Olimpiadi Invernali del 2022. “Sarà un programma orientato alle generazioni più giovani” si legge in una nota “E al raggiungimento della parità di genere, come prevede l’Agenda 2020“.

L’Agenda 2020 è il cuore del programma di Thomas Bach e la parità di genere è al centro di Agenda 2020. Stando a un comunicato stampa del CIO, nel 2022 a Pechino la percentuale di donne sul totale degli atleti partecipanti salirà dal già notevole 41% di PyeongChang al 45.44%. Il tutto avverrà riducendo il numero di atleti di 41 unità, portandolo a 2.892.
Lo Sports Director del CIO Kit Mc Connell ha commentato: “Il nostro impegno a rendere il programma dei Giochi più giovane e raggiungere la parità di genere è continuo e le modifiche che abbiamo fatto lo dimostrano”.

Un evento molto atteso è il freestyle ski big air, una disciplina estremamente popolare tra i giovani e che consiste nella realizzazione di salti acrobatici con lo snowboard (o gli sci o lo skateboard) utilizzando una rampa. Verranno introdotti anche il monobob e diverse gare con squadre miste nel pattinaggio di velocità (short track), nel salto con gli sci e nello snowboard.

Il risultato delle modifiche porterà la Federazione pattinaggio a raggiungere quelle di biathlon e curling tra quelle che hanno ottenuto una perfetta parità di genere. Anche bob e slittino aumenteranno in maniera significativa la presenza femminile tra gli atleti in gara.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.