Alle Olimpiadi di Pyeong Chang c’è ormai la psicosi norovirus. I contagiati hanno superato quota 200.

I norovirus, isolati nel 1972, appartengono alla famiglia caliciviridae (virus che utilizzano l’acido nucleico, o RNA, come materiale genetico) e rappresentano uno tra gli agenti più diffusi di gastroenteriti acute.

L’epidemia si è manifestata tra il personale di sicurezza, poi ha colpito lo staff del comitato organizzatore e quindi i rappresentanti dei media. Il vero allarme è stato lanciato quando a presentare i sintomi sono stati gli atleti.

Nel fine settimana è stata la squadra svizzera di sci freestyle a denunciare 2 casi di contagio. Il portavoce della nazionale elvetica Boesch non ha reso noti i nomi dei ragazzi, ma ha garantito che sono stati isolati fuori dal villaggio olimpico e che tutto il resto della squadra è sano.
Per chi non avesse familiarità con lo sci free style, proponiamo questo video di una competizione italiana.

Per la verità TMJ4, un canale televisivo del Wisconsin (USA), aveva lanciato l’allarme norovirus prima dell’inizio dei Giochi. Il servizio parte dal dato che l’infezione si è manifestata tra il personale di sicurezza e segnala che il contagio ha raggiunto in pochi giorni livelli tali da rendere necessario (come testimonia la foto di copertina) l’utilizzo dell’esercito per coprire i turni lasciati vacanti dal personale malato. TMJ4 consiglia a tutti gli atleti di lavare bene le mani ogni volta che utilizzano il bagno. Sotto trovate il video in Inglese.

Le gastroenteriti causate dal norovirus sono molto forti, ma normalmente i sintomi non persistono più di qualche giorno.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.