Usain Bolt A-League

Tra Usain Bolt e il sogno di diventare un calciatore professionista ci si è messo il vil denaro. I Central Coast Mariners, squadra di Gosford, New South Wales, che gioca nella massima serie australiana (A-League), erano rimasti soddisfatti dopo il periodo di allenamento. La loro proposta non era infima, per il livello della Lega: 150.000 dollari australiani (poco meno di 100.000 euro), ma per convincere l’uomo più veloce del mondo ci voleva altro.

Bolt ha un agente. Si chiama Ricky Simms (Pace Sports Management) e per il suo assistito aveva in mente altre cifre. La sua richiesta iniziale era infatti di 3 milioni di dollari australiani, ovvero un bel 20 volte l’offerta dei Mariners.

In verità, i Mariners non è che abbiano proprio detto “no” alla richiesta di Simms. Si sono rivolti prima alla Hyundai (sponsor della A-League) e poi alla Federazione (FFA, Football Federation of Australia). Ma hanno ricevuto cortesi dinieghi.

“Purtroppo non siamo riusciti a raggiungere un accordo con Usain Bolt” ha detto il Presidente del Mariners Mike Charlesworth “Ma avere un campione olimpico con noi per 8 settimane è stato elettrizzante“.

Lo stesso Usain Bolt non ha espresso rancore: “Voglio ringraziare tutti i componenti dei Central Coast Mariners: la proprietà, la dirigenza, lo staff tecnico, i giocatori e i tifosi. Mi hanno fatto sentire il benvenuto. Farò il tifo per voi”.

Da parte sua, Bolt (numero di maglia 95) sul campo si era anche comportato bene. In un’amichevole contro il Mac Arthur South West United (di Campbelltown, una delle squadre che ha fatto richiesta di partecipare alla A-League dalla stagione 2019-2020), l’uomo più veloce del mondo aveva segnato 2 gol.

Ha usato toni diversi la stampa australiana. Simon Hill di Fox Sports ha detto di essere “confuso” dalla decisione di Bolt.
Warren Tredrea, che conduce il principale programma sulla A-League, ha espresso il dubbio che Bolt non stia cercando di soddisfare la propria “passione per il calcio”, bensì sia alla ricerca di un “ricco contratto”. Non a caso, sottolinea il cronista, “ha rifiutato” anche una proposta del club maltese La Valletta.
Il dubbio è condiviso da quasi tutti gli organi di stampa.

Per la cronaca, i Central Coast Mariners non hanno iniziato la stagione benissimo. Dopo 2 pareggi (Brisbane Roar e Melbourne City), domenica 4 novembre hanno subito una pesante sconfitta (3-0) contro l’Adelaide United.

Articoli correlati:

BOLT CALCIATORE NON PROFESSIONISTA

BOLT FA SUL SERIO CON IL CALCIO

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.