Hyoggo Uratani ditta Hyozaemo riciclo mazze

 

Sono iniziate le World Series, ovvero la finale del massimo campionato di baseball americano (Major League Baseball, MLB). Che per essere più precisi, è una super finale tra le vincitrici dell’American League e della National League. Negli Stati Uniti la chiamano Fall Classic (la classica d’autunno) e il rito nazionale esiste dal 1903.
Nelle World Series si usano ovviamente molte mazze. Questo attrezzo è in legno e quindi si rompe. Da tempo in molti si pongono il dilemma: come riciclare queste mazze non più utilizzabili? E dal Giappone arriva la risposta: se ne ricavano i bastoncini da usare a tavola.

Sono migliaia le mazze da baseball che in Giappone vengono utilizzate per fare nuovi bastoncini. Esiste anche una parola apposita per definire il nuovo attrezzo: kattobashi, che sarebbe un mix tra hashi (il termine giapponese per definire i bastoncini in questione) e una delle varie canzoncine che i tifosi eseguono durante la partita allo stadio e che, più o meno, sta a significare “batti forte”.

L’operazione di riciclo delle mazze da baseball è parte di un piano a più ampio respira che intende garantire la sopravvivenza dei boschi di un tipo di frassino che si chiama Aodamo. Questo tipo di pianta è originaria proprio del Giappone e un tempo era l’unica utilizzata per la costruzione delle mazze da baseball. Questo tipo di legname è molto elastico, quindi si spezza meno facilmente.
Utilizzate l’Aodamo è però sempre più difficile, perché la deforestazione è stata massiccia e questo tipo di legno sta diventando troppo caro. Oggi la maggioranza delle mazze viene costruita con l’acero canadese e il frassino americano. Ma dal punto di vista dei puristi del baseball giapponese, tornare all’Aodamo sarebbe semplicemente giusto.

Per la cronaca, l’idea della massiccia operazione di riciclo è della Hyozaemon, un’azienda specializzata nella produzione dei bastoncini per uso alimentare e che venne fondata nel 1921. Il Presidente dell’azienda Hyogoo Uratani (73 anni; nella foto di copertina tratta dal New York Times) è stato giocatore di baseball ai tempi della scuola superiore e ha un amico, Taiyo Minatoya, oggi ultra ottantenne, che ha giocato professionista ai massimi livelli. I 2 anziani amici hanno convinto le squadre dei campionati professionistici a devolvere le loro mazze rotte. In cambio, escono edizioni limitate di bastoncini con il logo delle squadre.

L’operazione è stata un successo. Con i contributi della Hyozaemon e delle squadre della NPB (Nippon Professional Baseball, l’entità che governa le leghe di vertice in Giappone) sono stati piantati oltre 10.000 nuovi alberi di frassino Aodamo.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.