Le conseguenze del caldo alla maratona di Doha

La maratona femminile ai Mondiali di atletica di Doha in Qatar si è tramutata da gara in lotta per la sopravvivenza a causa del caldo umido. Su 70 partecipanti, solo 40 sono arrivate al traguardo. La delegazione dell’Etiopia ha rilasciato un commento estremamente esplicativo: “Nel nostro paese non avremmo mai disputato una maratona in queste condizioni”.

Correre la maratona nel caldo di Doha

L’umidità a Doha era pari al 75%. Quasi uno scherzo, rispetto ai livelli che sono prevedibili a Tokyo in occasione delle prossime Olimpiadi. La metropoli nipponica ad agosto registra un grado di umidità che spesso si avvicina al 90%. Non a caso, vi avevamo parlato della preoccupazione sull’influenza che il caldo avrebbe potuto avere sulle maratone dei Giochi.

Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha preso il problema di petto e ha deciso che le maratone, e probabilmente anche le gare di marcia, si svolgeranno a Sapporo. La città che ospitò le Olimpiadi invernali del 1972 si trova nella Prefettura di Hokkaido, a nord del Paese. Questo dovrebbe garantire temperature nettamente inferiori a quelle di Tokyo.

La decisione fa parte di tutta una serie di provvedimenti presi per aiutare gli atleti a combattere il caldo estremo dell’estate asiatica.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.