I Maestri di sci e snowboard rinnovano l’invito a prendere atto del fatto che, quando si scende in pista, si condivide uno spazio con altre persone. Appare quindi necessario pensare alla sicurezza propria e degli altri. L’invito vale in particolar modo per gli sciatori esperti che, si legge in una nota, hanno “l’obbligo morale di stare attenti nel non generale con il proprio comportamente pericolo agli altri”.

La sicurezza sugli sci si basa su 2 capisaldi: rispetto degli altri e coscienza delle proprie capacità. Alla luce del significativo numero di incidenti sulla neve, alcuni purtroppo dall’esito tragico, accaduti durante le recenti vacanze di Natale, i Maestri di sci e snowboard hanno deciso di spendere una piccola parte delle loro lezioni sul ripasso delle 12 regole di condotta di cui abbiamo già scritto sul sito.

L’Associazione Maestri di Sci Italiani (AMSI) si fa portavoce della sicurezza sulla neve. I professionisti della neve sono oltre 12.000 e operano in 400 Scuole Italiane Sci. L’Associazione è stata fondata nel novembre del 1963 da Giampaolo Frigerio, Piero Bosticco, Vittorio Carpineti, Alberto Demetz, Renato Valle e Guerrino Frigerio. Oggi è presieduta da Maurizio Bonelli.

Le 12 regole di condotta sugli sci sono disponibili in una brochure tascabile, stampata in Italiano e in Inglese, e illustrata tramite il personaggio di Leo Monthi, la mascotte della Scuola Italiana Sci. Le regole sono riassunte sul sito ufficiale dell’AMSI, dal quale si può anche scaricare la brochure in formato PDF.

Sicurezza sugli sci: il video ufficiale AMSI 2018-2019

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.