keep it blue

Non sappiamo se lo si può definire un nuovo sport, ma di certo Keep it Blue è una grande sfida. L’iniziativa nasce da un’idea di American Express e si pone l’obiettivo della preservazione degli oceani. I dipendenti di American Express hanno raccolto assieme ai volontari di Marevivo e Ocean Conservancy ben 280 chili di plastica. Ora l’obiettivo dell’azienda è realizzare carte di credito in plastica riciclata.

Iniziative parellele a Keep it Blue continuano a sorgere sulla scorta dell’allarme lanciato dall’UNEP, il programma ambientale delle Nazioni Unite. Sul fondo del mare si trovano fino a 100.000 frammenti di plastica per ogni chilometro quadrato. Proseguendo di questo passo, i mari moriranno.

Fa il paio con Keep it Blue l’iniziativa di LifeGate, che intende posizionare in diversi porti e centri marini il maggior numero possibile di dispositivi, detti seabin, per raccogliere dal mare i rifiuti plastici.

L’azienda svizzera Breitling ha deciso di donare a Ocean Conservancy parte del ricavato delle vendite della sua collezione di orologi Super Ocean Héritage.

Per togliersi il dubbio iniziale se questo tipo di attività possa essere ritenuto sport, possiamo certamente unirci a qualcuna delle iniziative che si pongono di tenere pulite le nostre spiagge.

Keep it Blue: guardiamo da vicino cosa finisce in mare

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.