italia rugby femminile

Dal 3 al 6 gennaio la Nazionale di rugby femminile sarà in raduno a Parma in vista del Sei Nazioni 2019.

Le ragazze del rugby azzurro non sono così famose come i maschi. L’Italia ha d’altra parte una Nazionale di rugby femminile solo dal 1985 e la Federazione la riconosce dal 1991. Il debutto nel Sei Nazioni data 2007. Ma a differenza dei maschi, le ragazze vincono.

Nel primo impegno stagionale l’Italia ha ospitato il 4 novembre la Scozia a Calvisano e l’ha letteralmente demolita: 38-0, con ben 6 mete. Per l’occasione Furlan, schierata estremo, è stata per la prima volta Capitano.

Il secondo test match ha visto l’Italia ospitare a Prato il Sudafrica e conquistare unaltra netta vittoria: 35-10. Il successo vale il settimo posto nel ranking mondiale, dietro a Nuova Zelanda, Inghilterra, Francia, Canada, Stati Uniti e Australia. Ma davanti a Galles, Irlanda, Scozia e Sudafrica.
Per rendere l’idea di quanto vale questa posizione, diciamo che a livello maschile l’Italia è quindicesima.

Nel collegiale di Parma il Commissario Tecnico Andrea Di Giandomenico vedrà all’opera 34 giocatrici: 30 convocate e 4 invitate, tutte in forza alle parmensi del Colorno.

Tutte le CONVOCATE dal sito della Federazione

Tra queste verrà selezionata la rosa che debutterà nel Sei Nazioni a febbraio.

Manuela Furlan (Villorba, 68 presenze) e Lucia Gai (Padova, 58 presenze) sono le azzurre più esperte. Ma l’Italia di rugby femminile conta anche su atlete che giocano da professioniste in Francia, come Ilaria Arrighetti (37 presenze) dello Stade Rennais, Valeria Fedrighi (11 presenze) dello Stade Toulousain, Eleonora Ricci (4 presenze) del Grenoble, Claudia Salvadego (1 presenza) dello Stade Français,

Il primo appuntamento del Sei Nazioni 2019 di rugby femminile è per l’Italia a Glasgow contro la Scozia.
Lo scorso anno le azzurre si sono piazzate quarte con 2 successi: 22-15 a Cardiff contro il Galles e 26-12 a Padova proprio contro la Scozia.

Dando per scontato che l’Italia voglia assolutamente migliorarsi nell’edizione 2019, nel video sotto possiamo goderci tutte le mete azzurre della scorsa edizione.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.