Greg Glassman

Il CrossFit è un programma di allenamento che unisce l’esercizio aerobico, l’esercizio tramite il peso del corpo e il sollevamento pesi. Dal 2000 è anche un brand, grazie all’intuizione di Greg Glassman e di Lauren Jenai.

Come dice il sito dell’azienda, il Crossfit è un programma che ho lo scopo di “migliorare la forma” attraverso movimenti che “variano continuamente e che sono eseguiti ad alta intensità”.

Glassman e Jenai erano partiti da una palestra, chiamata appunto CrossFit, a Santa Cruz in California. Da quella singola palestra, i luoghi dove si pratica CrossFit sono cresciuti fino a 15.000 tra Stati Uniti, Australia ed Europa. Glassman ha successivamente acquisito il controllo totale dell’impresa. Fino alla sue dimissioni dalla carica di CEO.

Glassman è infatti l’ennesima vittima di un uso distratto dei social media, Twitter in questo caso. Che chi come lui ha oltre 40.000 follower non si può permettere.

Glassman è entrato in polemica con il centro di ricerca denominato Institute for Health Metrics and Evaluation. Il centro aveva affermato che “il razzismo è un problema di salute pubblica”.

L'affermazione che ha scatenato la reazione di Glassman

 

La risposta del CEO di CrossFit ha tirato in ballo la morte di George Floyd, l’afro-americano ucciso durante un arresto da un poliziotto, con parole farneticanti. Prima ha fatto ironia inopportuna scrivendo FLOYD-19. Poi ha rincarato la dose: “Voi che avete fallito con il modello della quarantena, ci volete fornire un modello contro il razzismo?”.

I commenti su Twitter che hanno portato Greg Glassman alle dimissioni

Reebok ha immediatamente reagito dichiarando conclusa la partnership con CrossFit. Glassman ha provato a porre rimedio dicendo che si scusava della “scelta delle parole”, ma negava di essere razzista.

Le scuse non sono servite. Il personale dell’azienda ha pubblicato a sua volta una lettera di scuse, che accusa Glassman di aver fatto commenti poco sensibili, ma allo stesso tempo ne esalta la visione.

Glassman ha deciso di ritirarsi dalla carica di CEO. Il suo posto verrà preso da Dave Castro.
Le sue ultime parole sono per altro in linea con le precedenti farneticazioni: “Il CrossFit è la soluzione dell’epidemia di COVID-19”.

Anche prima dell’incidente che lo ha portato a dimettersi, Glassman aveva dato visibilità a opinioni quanto meno discutibili sulla inutilità delle misure di lockdown per contrastare la pandemia.

Articoli correlati:

Papandrea, attenta a cosa scrivi sui social
La gaffe di Morey fa male a Nike ed NBA

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.