Eni Aluko in maglia Juventus

Eniola Aluko, classe 1987, è un’attaccante inglese di origine nigeriana. Vanta oltre 100 presenze con la Nazionale del suo Paese e ha partecipato a 2 Olimpiadi. Nel giugno del 2018 ha firmato per la Juventus ed è diventata una delle stelle del campionato italiano di calcio femminile. Attraverso un articolo pubblicato da The Guardian, Eni ha detto addio all’Italia.

Eni Aluko ha finito il campionato 2018-2019 come capo cannoniere (14 gol) di una Juventus vincente. Il motivo per cui lascia l’Italia, con ancora 18 mesi di contratto, non è sportivo. Anzi, nell’articolo su The Guardian Aluko si spende in ringraziamenti allo staff tecnico, alle compagne, persino all’ufficio stampa.

“Fuori dal campo, ho trovato gli ultimi 6 mesi molto difficili” scrive Aluko “Mi sono stancata di entrare nei negozi e percepire che il proprietario ha paura che sia lì per rubare. Non ne posso più di arrivare all’areoporto di Torino e trovarmi circondata dai segugi anti droga, neanche fossi Pablo Escobar”.

Eni Aluko pronuncia poi la parola fatidica: “Non ho mai percepito razzismo tra i tifosi della Juventus o nel campionato femminile, ma in Italia e nel calcio italiano c’è un problema e la risposta di tifosi e società del calcio maschile è quello che mi preoccupa. Trattano il razzismo come un problema di cultura del tifo”.

Aluko dice che si congederà durante la partita con la Fiorentina: “Lo scorso anno sono state le nostre principali rivali. Sarà una grande partita, l’occasione giusta per salutare e dire grazie”.

Chissà se l’addio di Eni sarà l’occasione giusta per il calcio italiano di fare finalmente una riflessione seria.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.