Eliud Kipchoge dopo il trionfo

Poco più di un anno fa Eliud Kipchoge, Campione Olimpico della specialità, ha battuto alla Maratona di Berlino un record del mondo che resisteva dal 2014. Il kenyota aveva corso gli oltre 42 chilometri della maratona in un‘ora un minuto e 39 secondi. Sembrava essere arrivato al limite delle capacità umane, invece ha fatto di più. Ha corso la Maratona di Vienna in un‘ora, 59 minuti e 40 secondi.

Il limite delle 2 ore in una maratona è stato per decenni considerato impossibile da abbattere.
La cosa non tocca Eliud Kipchoge più di tanto. Ai giornalisti infatti ha dichiarato: “Questo è per dire che nessun essere umano è limitato. Possiamo fare cose straordinarie”.

Stando ai testimoni oculari, Eliud sembrava avere più energie all’arrivo che alla partenza. Continuava a correre, dopo aver baciato la moglie Grace, con al collo la bandiera del Kenya.

La cosa più notevole dell’impresa di Kipchohe è che, dati alla mano, non esiste un altro atleta al mondo capace di correre una maratona a quel ritmo. La sua impresa è stata certamente costruita scientificamente, ma il corpo di Eliud è l’unica macchina al mondo che avrebbe potuto mettere in pratica i dati a disposizione. Non a caso, Eliud non ha rallentato nemmeno quando al chilometro 25 ha iniziato a piovere. La variabile non era stata inserita nelle proiezioni, visto che si pensava di correre in una finestra di 24 ore di asciutto.

Eliud Kipchoge è nato nel 1984 e corre dall’età di 16 anni. Il miglior maratoneta di tutti i tempi è un uomo minuto: non arriva a 1.70 di altezza e pesa appena 52 chili.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.