L'Earth Day ci ricorda che gli eventi sportivi non devono avere un impatto ambientale

Oggi, mercoledì 22 aprile, è l’Earth Day, la giornata della terra.

La rete che si è formata dopo la prima proclamazione dell’Earth Day, che data 1970, si autodefinisce oggi “l’organizzazione che più fa reclutamento per il movimento ambientalista“. Non a caso ha oltre 75.000 partner e opera in 190 Paesi.

In occasione dell’Earth Day 2020, la maggior parte delle azioni dimostrative sono avvenute e avverranno in forma virtuale. Anche il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha deciso di fare a questo riguardo la sua parte.

Il CIO ha infatti pubblicato, in collaborazione con lo IUCN, una guida che fornisce indicazioni su come mitigare l’impatto degli eventi sportivi sulla biodiversità. Lo IUCN è l’Unione per la Conservazione della Natura (Union for Conservation of Nature). Dell’Unione fanno parte 1.300 enti e oltre 15.000 esperti. La guida è disponibile proprio in occasione dell’Earth Day.

Gli organizzatori di eventi sportivi hanno la possibilità di far crescere negli spettatori la consapevolezza dell’importanza del valore della natura. Un esempio pratico è realizzare una efficiente raccolta differenziata dei rifiuti durante gli eventi. Ogni pratica che supporti la conservazione è comunque benemerita.

La guida fornisce tutta una serie di indicazioni che aiutano a ridurre l’impatto sulla natura di ogni fase dell’organizzazione di un evento sportivo, dalla fase di programmazione allo svolgimento dell’evento.
Per fare un esempio, chiede agli organizzatori di accertarsi che l’impianto di illuminazione e di amplificazione dell’evento non disturbino la fauna selvatica. La guida raccomanda di separare gli spettatori dagli ecosistemi fragili con barriere. Gli organizzatori devono anche preoccuparsi di impedire che l’evento lasci dietro di sè specie animali che posso risultare invasive per l’ecosistema che lo ha ospitato.

Organizzatori di eventi che si sono impegnati a seguire quanto disposto dalla guida sono la Royal Yachting Association inglese e il Comitato che ha messo in piedi in Australia l’edizione 2018 dei Commonwealth Games. Anche il Comitato Organizzatore delle Olimpiadi di Londra si era attenuto scrupolosamente alla versione del 2012 della guida.

Earth Day: la terza edizione della guida

In occasione dell’Earth Day il CIO ha voluto ricordare a tutti che la sostenibilità è al centro dell’Agenda 2020 e che il Comitato Olimpico ritiene tra le sue sfide quella di combattere il cambiamento climatico.

 

 

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.