Cura Italia si occupa dei collaboratori sportivi

Il Decreto Legge Cura Italia prevede una indennità anche a favore dei collaboratori sportivi. Si tratta di una quota fissa di 600 euro per il mese di marzo.

Possono richiedere l’indennità i collaboratori sportivi che, alla data del 23 febbraio, avevano già in essere un rapporto di collaborazione. Lo stesso deve risultare pendente alla data del 17 marzo. La priorità verrà data ai collaboratori sportivi che nel periodo d’imposta 2019 non abbiano percepito compensi superiori a 10.000 euro complessivi.

Il rapporto di collaborazione che dà diritto all’indennità è quello con Federazioni Sportive Nazionali, Enti di Promozione Sportiva, Discipline Sportive Associate. Sono ammessi anche i collaboratori sportivi che hanno in corso un rapporto con Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche, a patto che si tratti di entità iscritte nel Registro delle Associazioni e Società tenuto dal CONI.

Coloro che richiedono l’indennità dovranno dimostrare di non aver percepito altro reddito da lavoro per il mese di marzo 2020 e di non aver percepito per lo stesso periodo il reddito di cittadinanza

Collaboratori sportivi: come fare domanda

La domanda va compilata attraverso una piattaforma informatica attiva da martedì 7 aprile sul sito di Sport e Salute. I richiedenti dovranno iniziare la procedura prenotando tramite un SMS al numero 339-9940875, come indicato sul sito.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.