La nazionale di calcio femminile degli USA è entrata in polemica con il Presidente Federale Cordeiro

Proprio mentre il mondo intero le eleggeva a paladine della pari opportunità, si è scoperto che le calciatrici della nazionale USA sono un passo avanti. Il Presidente di USA Soccer, la Federazione degli Stati Uniti, Carlos Cordeiro ha voluto chiarire alla stampa la questione premi.

La lettera ufficiale di Cordeiro racconta che alla nazionale femminile sono andati, dal 2009 al 2019, premi per 34.1 milioni di dollari. Nello stesso periodo alla nazionale maschile sono andati 26.4 milioni. Questo, dice Cordeiro, nonostante la nazionale maschile abbia generato introiti per 185.7 milioni su 191 partite. La nazionale femminile si è invece fermata a 101.3 milioni in 238 partite.

Carlos Cordeiro ritiene che la sua lettera sia la risposta adeguata a quello che le calciatrici avevano chiamato “istituzionalizzazione della discriminazione di genere”.

Non la pensa così il quotidiano Boston Globe, che scrive: “fare paragoni tra i sistemi di pagamento delle 2 nazionali è difficile, anche perché le ragazze hanno uno stipendio fisso, gli uomini sono pagati a premi”.

Non la pensa così soprattutto la portavoce delle atlete Molly Levinson: “Si tratta di un tentativo di USA Soccer di rispondere all’ondata di consenso che c’è per la posizione delle Campionesse del Mondo. Lo trovo triste”.

Raggiunto dal Boston Globe, Carlos Cordeiro ha tenuto a ribadire che tutte le calciatrici della Nazionale USA guadagnano uno stipendio base di 100.000 dollari, oltre a quanto va loro per la partecipazione alla Lega professionistica americana. Secondo le stime, si tratta di una cifra che oscilla tra i 60 e i 75.000 dollari.

Carlos Cordeiro
Classe 1956, laureato a Harvard, Carlos Cordeiro è Presidente di USA Soccer dal 2018

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.