Mino Raiola è il re degli agenti sportivi italiani

I migliori atleti professionisti sono super milionari e i loro guadagni non accennano a calare. C’è però un’altra categoria che, con quelle che potremmo definire le briciole, aumenti gli zeri nell’estratto conto bancario. Parliamo degli agenti.

Stando alla rivista Forbes, i principali 50 agenti di campioni dello sport contrattano compensi per 37.5 miliardi di dollari e trattengono poco meno di 2 miliardi.

Il più ricco degli agenti è Jonathan Barnett, il co fondatore dell’agenzia Stellar Group. Rappresenta 200 super campioni, tra i quali Gareth Bale del Real Madrid. Ha negoziato 1.3 miliardi di dollari in contratti e ne ha trattenuti 128 milioni in commissioni.

Dietro a Barnett si trova Scott Boras, il più importante dei procuratori che si sono specializzati nel baseball degli Stati Uniti. Per la verità Boras ha negoziato contratti per un valore più alto (2.38 miliardi), ma ha trattenuto meno in commissioni, visto che si è accontentato di 118.8 milioni.

Jorge Mendes è il procuratore di Cristiano Ronaldo. Ha negoziato contratti per 1.18 miliardi e ha tenuto per se la bellezza di 118 milioni. Si piazza al terzo posto tra gli agenti.

Al quarto posto si trova Jeff Schwartz, il fondatore di Excel Sports Management e il più celebre agente nel basket degli Stati Uniti. Ha negoziato contratti per 1.8 miliardi e ha guadagnato 72.5 milioni di dollari.

Mino Raiola, il più famoso degli agenti italiani, si piazza al quinto posto. Per i suoi clienti ha negoziato contratti per 703 milioni di dollari e per se ha tenuto la bellezza di 70.3 milioni.
Nella foto di copertina vedete Raiola con Mario Balotelli.

Il consorzio Creative Artists Agency non appare con nessuno tra i primi 5, ma piazza 11 dei suoi uomini nella lista dei 50 agenti più potenti del mondo.

Per la cronaca il calcio (la FIFA ha fissato il limite al 10%) è lo sport che permette agli agenti di applicare le commissioni più alte. Seguono il baseball (la MLB permette il 5%) , il basket e l’hockey (NBA e NHL negli USA hanno un limite del 4%) e il football (la NFL consente il 3%).

Riepiloghiamo con un video

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.