Carlodavid Mauri e l'equipaggio del Viracocha

Vi abbiamo spesso parlato di grandi traversate oceaniche come imprese sportive. Quella a cui sta partecipando Carlodavid Mauri è qualcosa di più. A bordo di un veliero in giunco denominato Viracocha III, sta cercando di attraversare l’Oceano Pacifico dal Cile all’Australia. Si tratta di un percorso da 10.000 miglia.

La spedizione, capitanata dal ricercatore Phil Puck, è salpata a metà marzo da Arica e conta di arrivare a inizio 2020 a Sydney. Farà tappa a Tahiti, alle Isole Cook e a Tonga. L’equipaggio è di 7 membri di diversi nazionalità, tra cui 2 donne. Il cane El Chuno è la mascotte.

Lo scopo dell’impresa è dimostrare come sia stato possibile per le popolazioni andine raggiungere l’Oceania. Inoltre, il Viracocha ha il compito di rilasciare nell’Oceano una serie di boe che raccoglieranno dati per la National Oceanic and Atmospheric Administration.

Carlodavid è a bordo principalmente nel suo ruolo di documentarista e filmerà le fasi dell’impresa. Con le imprese ha d’altra parte un legame genetico, visto che è il nipote di Carlo Mauri, il leggendario alpinista ed esploratore. Dopo imprese memorabili in montagna in compagnia di Riccardo Cassin e Walter Bonatti, nel 1969 Carlo Mauri accompagnò l’antropologo norvegese Thor Heyerdahl in una traversata dell’Atlantico a bordo di una imbarcazione rudimentale. Quell’impresa di successo cambiò le concezioni sulle capacità dei popoli antichi.

Seguite l’impresa tramite la pagina Facebook ufficiale

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.