Giulia Aurora Nicastro

La categoria giovanissimi del calcio riguarda un biennio che va dai 13 ai 15 anni. Il pubblico è quindi composto in gran parte da genitori.
Non ci deve aver creduto Giulia Aurora Nicastro, quando mercoledì 22 maggio dalle tribune ha sentito urlare “vatti a prostituire”.

Giulia Aurora Nicastro è una bella ragazza di 22 anni che ha la passione per il calcio. E la asseconda interpretando il ruolo più scomodo che c’è su un campo dove si pratica il nostro sport nazionale: l’arbitro.

Il 22 maggio Nicastro si è presentata sul campo della Gazzera a Mestre per la partita del torneo Sottana tra Treporti e Miranese. Non era inesperta, visto che aveva già all’attivo almeno 40 partite. Ma dal primo minuto una ventina di genitori inizia ad apostrofarla con insulti a sfondo sessuale. A nulla vale il tentativo di un giocatore di fermare i sedicenti tifosi.

Il peggio succede quando un calciatore del Treporti protesta per un calcio d’angolo non accordato calandosi i calzoncini. Nicastro naturalmente lo espelle e il Giudice Sportivo fa di più: lo sospende da ogni attività. Viene multata anche la sua società.

Il Treporti esprime imbarazzo. Il calciatore verrà definitivamente allontanato dalla squadra. A Giulia ha espresso la sua solidarietà l’Avvocato Roberta Nesto, Sindaco di Cavallino Treporti.

Richiesto di un commento, il capo degli arbitri italiani Marcello Nicchi non è andato per il sottile: “Che cosa dovrei commentare? Queste sono persone che devono essere allontanate dal calcio, se una società non è in grado di gestire dei ragazzi di 14 anni deve essere radiata. Qui non stiamo parlando di una partita di calcio, qui stiamo parlando della cultura delle persone. Quanto è successo è semplicemente vergognoso”.

Per fortuna, Giulia Aurora Nicastro è già tornata in campo per arbitrare.

Giulia Aurora Nicastro è fidanzata con l’attaccante del Palermo Stefano Moreo

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.