Se lo dice lei, dobbiamo crederci: Mae Jemison ha dichiarato in una conferenza che: “L’astronauta dimostra da decenni che per competere con il cervello è necessario anche avere una condizione fisica notevole”.
Si tratta di una dichiarazione epocale, perché distrugge le convinzioni di intere generazioni. Non è per niente detto, insomma, che un cosiddetto Nerd (una volta si chiamavano secchioni) debba essere una mezza calzetta.

Mae Coral Jemison (classe 1956) è stata la prima donna afroamericana a volare nello spazio. Selezionata come astronauta nel 1987, è stata addestrata come specialista di missione e ha voltato nella missione STS-47 dello Space Shuttle nel 1992.

Quando parla di Nerd, Jemison sa quello che dice. Solo che, al contrario di quasi tutti i Nerd, ha coronato il sogno di apparire in Star Trek-The Next Generation. Precisamente, ha interpretato Palmer (un’addetta al tele trasporto) nell’episodio della sesta stagione intitolato Duplicati. Negli Stati Uniti è andato in onda la prima volta nel 1993, quando Mae aveva appena lasciato la NASA, in Italia nel 1996.

Mae Jemison con Levar Burton in Star Trek

La conferenza a cui ci riferiamo è Beyond Sport e l’ha organizzata la squadra di football americano dei San Francisco 49ers.
Jamison ha detto che: “I bambini sono interessati alla scienza, lo sono di natura. Chi è che non è interessato a come funziona il mondo? Il problema è che l’interesse si perde da adulti…”.
Il parallelo tra scienza e sport per Jamison è chiarissimo: “In entrambi i campi, si riesce ad arrivare al massimo solo se si pensa in grande fin dall’inizio. Certo, se si gareggia nella matematica o negli e-sport non si corre il rischio di farsi male” ha scherzato Jemison “Come è successo a me giocando a football nel torneo della mia scuola. Mi avevano sconsigliato di giocare, visto che c’era solo un’altra ragazza…”.

La cosa più interessante che ha detto Mae riguarda il fatto che praticare sport può effettivamente aiutare a migliorare l’apprendimento: “Lo sport aiuta le persone a focalizzare la loro attenzione e questo può avere riflessi importanti sulla loro istruzione, se riescono a mantenere nello studio lo stesso livello di attenzione”.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.