L'arbitro Gavilluccu sospende Sampdoria-Napoli

Nel maggio dello scorso anno l’arbitro Claudio Gavillucci sospese per 3 minuti SampdoriaNapoli a causa di cori razzisti. A fine stagione l’AIA (Associazione Italiana Arbitri) lo aveva dismesso per “motivate ragioni tecniche”.
Dopo un ricorso perso in primo grado, Gavillucci ha ottenuto una sentenza favorevole dalla Corte d’Appello della Federazione Calcio ed è stato riabilitato.
Ora l’AIA annuncia che impugnerà la sentenza.

Classe 1979, di Latina, Gavillucci è arbitro effettivo dal 1996. Nella stagione 2003-2004 venne abilitato ad arbitrare in Serie D. Fu promosso in Lega Pro nel 2008 e salì in Serie B nel 2011. Il suo tra gli arbitri di Serie A avvenne con l’inizio della stagione 2016-2017. Nel suo curriculum ci sono 50 partite del massimo campionato.

In quel Sampdoria-Napoli l’arbitro fu avvertito dal quarto uomo Giua dei cori razzisti. Erano iniziati contro il difensore francese di origine africana Koulibaly e si erano estesi a tutto il Napoli e ai napoletani.
Dal video sotto si capisce che i cori in questione non è che provenissero, come spesso ci si giustifica, da “qualche idiota isolato”.

Quando il giorno di Santo Stefano l’arbitro Mazzoleni non sospese Inter-Napoli in presenza di un atteggiamento non dissimile del pubblico (anche in quel caso, fu preso di mira Koulibaly), il caso Gavillucci tornò di grande attualità. E non mancarono allusioni al fatto che la sua dismissione fosse stata in qualche modo “consigliata” dopo la sospensione di Sampdoria-Napoli.

L’insinuazione è respinta con forza dal Presidente AIA Marcello Nicchi. Che ha dichiato: “L’AIA vuole assicurare al calcio italiano, anche in futuro, i migliori arbitri”.
Per Nicchi resta necessario che gli arbitri: “Siano soggetti ad una valutazione tecnica, ad una selezione meritocratica” e parla anche della necessità di “un loro ricambio negli organici di ogni categoria, come oggi accade”.
Secondo il Presidente AIA, la delibera che reintegra Gavillucci viene meno “Ai valori di merito dello sport”.
Rivela infatti Nicchi che Gavillucci nelle graduatorie di merito ha ottenuto: “due ultimi posti e un penultimo posto”.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.