Anil Kumble

Anil Kumble, classe 1970, è stato un grande campione di cricket. Capitano dell’India per 18 anni,  addirittura risulta il terzo bowler (il lanciatore) come numero di wicket ottenuti (619; ottenere un wicket significa eliminare un battitore) di tutti i tempi dietro Muttiah Muralitharan (Sri Lanka) e Shane Warne (Australia).
Kumble intende essere un numero uno anche nella sua vita professionale.

Dopo aver fondato la startup Spektacom Technologies, Anil Kumble ha sviluppato assieme a Microsoft la tecnologia per ottenere direttamente dalla mazza i dati per definire una battuta di qualità.

La power bat è dotata di un adesivo abilitato IoT (Internet of Things; usa il sistema operativo Azure Sphere), quindi in grado di scambiare dati. L’adesivo è posizionato sul retro e serve a raccogliere dati sulla velocità, il contatto, la rotazione. Lanciando questa novità, Microsoft ha anche inteso definire il concetto di qualità della battuta: quanto più l’impatto avviene vicino a quella che viene definita la parte dolce della mazza, quella più larga. La statistica che traduce il tutto in numeri si chiama Power Spek.

“La nostra visione è avvicinare lo sport ai tifosi. In questo, le statistiche in tempo reale aiutano” ha detto Kumble nel corso di una conferenza stampa “Allo stesso tempo, desideriamo evitare che la tecnologia ostacoli lo svolgimento del gioco”.

Le statistiche derivate dalla power bat saranno utilizzate nelle telecronache di Star India, un altro dei partner del progetto dell’ex campione.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.