Alessia Korotkova ha iniziato a praticare il taekwondo a 13 anni

Olesya Korotkova ha 21 anni. Nata a Krasnoyarsk in Siberia, quindi parte della Federazione di Russia. Si è trasferita a Reggio Emilia da bambina.

In Emilia Olesya è diventata Alessia. A 13 anni ha iniziato a praticare il taekwondo, un’arte marziale coreana a contatto pieno, basata principalmente sull’uso di tecniche di calcio.

Alessia Korotkova ha saputo eccellere nella pratica del taekwondo. Ha vinto un campionato italiano juniores e 4 Coppe Italia.

Un bel primo piano di Alessia Korotkova (Gazzetta di Reggio)

Alessia però non è cittadina italiana. Ha presentato domanda di cittadinanza nel 2017, ma a oggi non ha ricevuto una risposta.

“A 21 anni devo fermarmi” ha detto Korotkova a Repubblica “Senza cittadinanza rischio di dover rinunciare a quello che era il mio sogno, da sola non posso farcela”.

Sul caso è intervenuta Maria Grazia Forte, Prefetto di Reggio Emilia: “La trattazione dei fascicoli avviene secondo un ordine cronologico da rispettare. Mi informerò al fine di verificare se eventualmente mancano dei documenti”.

Intervistata dalla Gazzetta di Reggio, Forte ha aggiunto: “Abbiamo un numero elevatissimo di pratiche e poi c’è una questione di determinate tempistiche dell’istruttoria. Prima del decreto Salvini il limite massimo per il rilascio era di due anni, ora si è allungato a quattro”.

Alessia Korotkova, che svolge il lavoro di promoter per una compagnia telefonica, ha parlato delle sue motivazioni al sito internet ReggioOnline.
“Mi sento italianizzata al 101%, è un fatto mio personale”.

Alessia non nasconde però che la mancata convocazione in Nazionale la obbligherebbe a rinunciare alle gare all’estero, di fatto ad abbandonare la pratica del taekwondo.

Alessia Korotkova vince il titolo juniores

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.