Giuseppe Ottaviani

Non c’era mai stato prima di lui un Italiano capace di vincere 10 medaglie d’oro in un Mondiale. E mai più ci sarà qualcuno capace di vincerle a 98 anni. Era l’età di Giuseppe Ottaviani nel 2014, all’epoca del Mondiale di atletica Masters di Budapest. Diventerà 2 anni dopo il primo italiano a gareggiare nella categoria dei 100 anni di età.

Giuseppe Ottaviani è morto domenica 19 luglio. Aveva compiuto 104 anni il 20 maggio, quando era stato festeggiato pubblicamente con una intervista televisiva.

La Federazione di atletica lo ha salutato con parole commosse: “…una persona bella, sorridente, capace di essere motivo di ispirazione per gli atleti di ogni età”.
Ha aggiunto il Presidente Alfio Giomi: “La sua passione, quella che lo ha portato a correre, saltare e divertirsi con l’atletica fino a oltre 100 anni, ci sarà sempre d’insegnamento”.

I primati di Giuseppe Ottaviani

La lista dei primati detenuti da Giuseppe Ottaviani è lunghissima. Nella categoria over 95 anni detiene quello del salto in lungo, del salto triplo, del lancio del disco, del lancio del giavellotto, del pentathlon di lanci, del salto in alto e dei 100 metri all’aperto (percorsi per la cronaca in 26 secondi e 33. Al coperto è primatista dei 60 metri, del salto triplo, del salto in lungo, del salto in altro e dei 200 metri (percorsi in 1 ora, 56 minuti e 32 secondi al coperto)

Lungo è anche l’elenco dei primati per gli atleti oltre i 100 anni di età: all’aperto il salto triplo, il lancio del martello, il salto in lungo, il lancio del disco, il lancio del giavellotto, il lancio del martello e il pentathlon di lanci. Al coperto i primati sono nei 60 metri, nel salto triplo, nel salto in lungo, nel lancio del peso e nei 200. Da centenario, li ha percorsi in 2 ore 15 minuti e 90 secondi.

Come vi avevamo raccontato, Giuseppe Ottaviani ha avuto una passione apparentemente tardiva per lo sport. Ha infatti iniziato a gareggiare attorno ai 70 anni. Certo, i fratelli Paolo e Giuliano Costantini non avrebbero mai immaginato di vederlo gareggiare per quasi ventanni dopo che ottenne la prima vittoria nel 1999, a 83 anni suonati.

Giuseppe Ottaviani è stato nominato Commendatore della Repubblica dal Presidente Mattarella ed è stato ricevuto da Papa Francesco.

Il Presidente del CONI Giovanni Malagò lo ricorda con un “Ciao, campione infinito”.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sugli eventi della tua zona!
ISCRIVITI!
Potrai cancellarti in qualsiasi momento.